domenica 7 giugno 2009

Clafoutis aux Cerises

L'altro giorno i miei erano tornati da una passeggiata a Galzignano Terme con 1 kg di ciliegie dei Colli Euganei. Per entrare più nel dettaglio, penso fossero della varietà Duroni!
Sono meraviglioseeee!! Enormi, nere, con una polpa rossissima, dolci e gustose come non ne mangiavo da anni!

Abbiamo i Colli dietro casa (letteralmente!), e andiamo sempre a comprare quelle cosine scialbe e bruttine del supermercato... Baaaah!!
Scusate la mia eccessiva passione, dovreste assaggiare queste meravigliose ciliegie di Galzignano per capire :)

E insomma con queste ciliegione smisurate dovevo assolutamente farci qualcosa, vista anche la quantità ingente di ciliegie del supermercato che già stazionava in frigo!
Così appena mi è stato possibile ho salvato le Duroni superstiti della nostra golosità e ho fatto questo clafoutis.

Sarà stata la vaniglia, sarà stata la ricetta, sarà stato che ho lasciato i noccioli alle ciliegie (è vero che non denocciolando le ciliegie queste rilasciano un aroma delizioso!!), ma questo dolce era davvero magnifico. E' stato sbranato nell'arco di circa otto ore, da circa 4 persone e mezzo (la sara Mattia è passato da queste parti).

Ho seguito questa ricetta, e scoperto così un altro bellissimo blog francese!
Non perché la ricetta dell'altra volta (di Tuki) non fosse buona, ma perché quella de La Tartine Gourmande, che è senza farina di mandorle, dovrebbe essere più vicina al clafoutis originale.

Per un clafoutis di circa 26 cm di diametro
600 g ciliegie Duroni (io ne avevo solo 400, per questo non "affiorano"! ^_^)
2 uova intere
1 tuorlo
100 g zucchero di canna
30 g farina
30 g maizena o fecola
200 ml latte
1 baccello di vaniglia
100 ml panna

Per la "decorazione"
zucchero di canna q.b. (La Tartine Gourmande parlava invece di "polvere di biscotti rosa"... Penso che i "biscotti rosa" siano i Biscuits Roses de Reims. Ne ho sentito parlare ma in Italia non ne ho mai visti.)
pistacchi di Bronte sminuzzati grossolanamente una manciata

Montare le uova con il tuorlo e lo zucchero per 5 minuti (finché il composto non "scrive"). Aggiungere i semi di vaniglia. Sciogliere la maizena nel latte. Aggiungere alle uova il latte con la maizena, la farina (setacciandola) e la panna. Mescolare cautamente finché il composto non è perfettamente omogeneo. Imburrare e infarinare una teglia di vetro o ceramica di circa 26 cm di diametro e disporvi soprale ciliegie lavate e NON denocciolate (fidatevi, vine tutta un'altra cosa!). Versare la crema sopra alle ciliegie. Infarinare a 180 gradi per circa tre quarti d'ora. Non deve essere gonfio... Deve prima gonfiarsi e poi "affossare". La superficie sarà color caramello. Una volta sfornata, cospargere di zucchero di canna e pistacchi sminuzzati. Si mangia dalla teglia, non provate a sformarla... Sarà di una consistenza fantastica! Io l'ho conservata in frigo, ma non so se questa mossa sia "tradizionale" ^_^.


Con questa torta partecipo alla raccolta di Rossadisera. Ecco qua! :)

16 commenti:

  1. Non l'ho mai fatta la clafoutis, ma le tue foto e la tua descrizione sono talmente invitanti che la metto subito nella mia "to do list":)
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. mmmmmmmmm che meraviglia!!! e che brava che sei!!!
    anche dalle mie parti ci sono tantissimi alberi di ciliege ed ogni volta non resisto... mi metto lì e... si sa.. uan ciliegia tira l'altra!!
    complimentiiiiii :*

    RispondiElimina
  3. Ma..ma..ma..é duvino, stupendo..ho fameeee!sei stata bravissima, me lo segno subito!

    RispondiElimina
  4. Mi fa un'invidia la descrizione di queste meravigliose ciliege!
    Per non parlare del clafoutis, è una vita che voglio farne uno ma chissà perché ancora nulla... l'ultima foto è da acquolina, bravissima.

    RispondiElimina
  5. Sono arrivata al tuo blog tramite quello di Anna e come lei fai delle ricette molto particolari e buone oltre a delle belle fotografie. Complimenti davvero. Forse non sai che Rossa di Sera sta facendo una racolta con le ciliegie, perché non partecipi con questa fantastica ricetta? Ne sarebbe entusiasta... lei adora le ciliegie!

    RispondiElimina
  6. Ciao e piacere!! Wow questo dolce sembra meraviglioso e poi con le ciliegie dei colli deve avere anche un sapore strepitoso...ora mi segno la ricetta!

    RispondiElimina
  7. A me piace molto la prima foto, fa venire l'acquolina e non potrebbe essere diversamente visto che questo dolce è squisito!
    P.S. Ho seguito il tuo consiglio, sono andata in quel supermercato e ho comprato il cremor tartaro. Ora devo solo usarlo :-D

    RispondiElimina
  8. ciao marina ha un blog meraviglioso!wow quante cose buone ci sono adesso ti metto tra i preferiti perche nn mi posso perdere le tue delizie ...hai 18 anni?????sei un genio della pasticceria:-)baci imma

    RispondiElimina
  9. @ Konstantina: Fallafallafalla... Non te ne pentirai! :) E' squisiziosa

    @ Viviana: Grazie! Io non ho mai fatto di queste cose "wild", a malapena qualche chicco d'uva rubacchiato con il senso di colpa che mi tormentava :DDDD

    @ Nightfairy: Eheh grazie! A presto :)

    @ Mariù: Grazie per i complimenti per la foto, in effetti mi stupisco dei risultati che sto avendo (ovviamente, in relazione a come fotografavo prima, non in relazione a voi foodblogger "serie"...). Ma, visto che vado un po' tanto a casaccio, temo che gran parte del merito vada alla fantastica macchina fotografica di mio padre :D
    In Germania non trovi le ciliegie Duroni? Brutto! :(

    @ Fantasie: Ti rigrazio tantooo!! :D Il mio ego si sta beando :DDDD Grazie per la dritta sulla raccolta di Rossadisera, seguo subito il tuo consiglio!

    @ Salsadisapa: Grazie mille Sara ^_^ Appena ho tempo devo fare quella cosa misteriosa che riguarda il cioccolato di Modica che ti avevo anticipato!

    @ Laura: Eh sì, è piaciuto perfino al mio ragazzo, che non ama particlarmente i dolci... Dovevi vedere la sua faccia mentre ingollava il suo pezzetto! Proprio da goloso impenitente, quale non è... XD

    @ Tania: Brava, il cremor tartaro è fantastico! Niente di chimico e "strano"... E' il lievito delle nostre nonne. Lo azioni con il bicarbonato e via, i dolci si gonfiano che è una meraviglia. Un altro vantaggio è che essendo un lievito "neutro" lo si può usare anche nelle torte salate (non vedo l'ora di farlo). Un altro lievito "povero" è appunto il bicarbonato, che si aziona con l'acido (qualche goccia di succo di limone o di aceto-sìsì, anche per i dolci). Questa lezione sul bicarbonato mi è stata fatta la scorsa estate dalle badanti di mia nonna, from Romania :)

    @ Dolci a... Gogo!: Grazie mille :DDDDDDDDDDD Cavolo mi fai davvero felice con tutti questi complimenti!! La mia passione per la pasticceria è iniziata quest'autunno e mi ci sto intrippando sempre più. Mi ha portato via mooooooooooolte ore di studio, ma non me ne dolgo. E' un mondo meraviglioso! E poi tutto ciò che so l'ho imparato attraverso i foodblog altrui, tra cui anche il tuo. Quindi ti rigiro il complimento :) e ti metto anch'io tra i preferiti.

    @ I dolci di Laura: sìììì era buona... Se questa torta ti è piaciuta fai un giro nel blog di La Tartine Gourmande, lei sì che è un genio della pasticceria :D Se mastichi un po' di francese, troverai molte ricette interessanti!
    Ciao, a presto!

    @ Tutte: Wow ragazze sono esterrefatta per tutti questi cmplimenti!!! Grazie di cuore a tutte voi, mi avete migliorato questa giornata (((vagamente))) malinconica causa fine della scuola :)

    RispondiElimina
  10. Mi accontento di trovare le ciliege, và...

    RispondiElimina
  11. è una meravigliaaa!!!!
    altro che 4 persone e mezzo... se ci fossi stata io lo avrei finito da sola (va beh ok, nonè vero, perché sono complessata.. però è per dire..:)! troppo brava! e poi quella decorazione, coi pistacchi... mm.. da fa vo la!
    AH, i biscotti rosa di remis.. esiste la ricetta per farli da sé, se vuoi te la passo!

    mi hai fatto ridere per lo yogurt greco.. ahahahahah sai perché!? anche io facevo così!! ahahahaha prendevo un valpiteno magro, mettevo a scolare.. et voilà! ahahahah yogurt greco ! :D

    RispondiElimina
  12. Wow che bello quesdto clafoutis!... Grazie per averlo portato da me! Mangerei anch'io una fetta, amo tutto quello che contiene le ciliegie!
    Complimenti per il blog, è delizioso!
    Baci e a presto!

    RispondiElimina
  13. Che delizia. Poi con una materia prima eccezionale non si può sbagliare. Qui le ciliegie ancora tardano ad arrivare sui banchi dei mercati. Dovrei arrampicarmi sugli alberi del vicino, ma non mi sembra il caso. Aspetterò. Il sito della Tartine è una garanzia.

    Ciao
    Alex

    RispondiElimina
  14. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

    RispondiElimina

Davvero lieta di sapere cosa ne pensate!