lunedì 12 aprile 2010

Arrivederci e un pic-nic



"Arrivederci" non perché io stia andando a farmi un pic-nic.
(Magari!)
Se vogliamo, il contrario: devo rinchiudermi in casa, perché per due settimane devo fare studio matto e disperatissimo.
Quindi nuovamente devo abbandonare Rosmarina per un po'. Uffi!
E mi scuso da morire se non passo dai vostri blog da un mare di tempo: vedrò di rifarmi a fine mese! Ma ora davvero, tenetemi lontana da Internet e distrazioni ad esso connesse :) Mi raccomando, se mi vedete bazzicare per di qua prima dell'ultima settimana di aprile, sgridatemi!
Vi lascio, casomai voleste prendere spunto per il "menu" (visto e rivisto eh :P niente di originale!), con le immagini del pic-nic già nominato, "la giornata più bella delle vacanze [di Pasqua, ndr]" (cit.), passata con un certo ragazzo che mi è vicino da hmm, quasi tre anni. :) Farlo smuovere da casa non è stato facile (se credevo impossibile che qualcuno potesse essere più pigro di me... Be', lui è riuscito a battermi :P - "Fino al parco Iris???? Ma deeeevo guidaaaare per veenti minuuuuuuuutiiii!" (cit.), da leggere con cantilena strascicata e lagnosa - ma, toh, alla fine si è divertito un sacco pure lui. Sono fiera di averti trascinato, riccio! :)
La cosa bella (almeno per me :P Mattia, nemico promesso della cucina come concetto, era vagamente insofferente :D) è stata preparare assieme le pietanze, in quattro e quattr'otto:
  • un'infornata di pastiera ruffiana.
  • Una teglia di torta salata bruscandoli e menta improvvisatissima.
  • Uova sode.
La pastiera ruffiana ve la ricordate no? :)

Per la torta salata, ho fatto una sciallissima (linguaggio ciòfane, come tradurre? Hmm, tranquillo, calmo, che non si fa problemi, al limite della sciatteria) pasta brisée impastando molto a caso 300 g di farina, mi pare 100 g di burro freddo a pezzetti e infine acqua quanto basta.


Avevo un sacco di bruscandoli (un ottimo modo per consumarli?), bolliti e in seguito avanzati, in frigo (troooooooppo amari!!!!), ma appunto per l'amaro nun se potevano magnà. Quindi, ho distolto l'attenzione dal piccolo particolare della non edibilità affiancandoli al sapore fresco della menta. (Dimenticavo, strizzare bene i bruscandoli bolliti, l'acquetta che rilasciano è, indovinate?, superamara.) Poi sale, galbanino a pezzetti, un po' di parmigiano grattugiato, prosciutto cotto a dadini (questi tre elementi io non li avrei messi, sto diventando troooooppo raffinata! :D), un po' di patate al forno avanzate dalla cena del giorno prima. Riciclaggiooooo!

Ho imburrato e infarinato la teglia, ho steso la pasta brisée sottile col mattarello; ve l'ho depositata, lasciando (sciallamente) che i bordi fuoriuscissero.
Ho punzecchiato il fondo con la forchetta, ho versato il ripieno (ce n'era forse troppo!), l'ho coperto ripiegandoci sopra i bordi della pasta brisée, alla bell'e meglio. Punzecchiato poi con forchetta e qualche taglietto col coltello.
Via in forno a 190°-200° per, non so?, circa mezz'ora? Qualcosa in più? Comunque finché la pasta non scurisce.

Con i residui di pasta brisée ho fatto due crostatine aperte, di 10 cm, piene di purea di zucca (vi ho già detto che in casa viviamo di purea di zucca?); le ho cosparse di zenzero in polvere (sostituibile con la cannella, abbinamento questo che mi piace assai!), un odore di noce moscata (un odore di noce moscata... Mi suona da frase charmante! Ma si può dire o me lo sto inventando?...), un pizzico di peperoncino (e io un po' di sale...... Ma perché mia mamma ignora sempre la sua esistenza. E dire che un tempo lo usavano al posto del denaro. E oggi che ce n'è in abbondanza viene così snobbato!! [In casa Rosmarina]). In forno, sempre a 190°-200°, per una ventina di minuti.

Le uova sode... Vabbe'. :)
Comunque, quanto bello è sgusciare un uovo sodo, cospargerlo di sale (magari alle erbe provenzali, come il mio) e "ammuccarselo"? (L'ultimo non è gergo giovanile ma siculo. "Ingollarlo".)


Quasi bello come sbocconcellare una pastiera flash cannellosissima,

o fare foto alle scarpe mentre si è a piedi nudi su un prato,

o avere stesi vicino bei ragazzi mori (hmm, uno in realtà, ma ci si accontenta dai) che schiacciano un pisolino al sole, con i riccioli al vento.


Allora, io tornerò alla vita e si spera ai pic-nic tra un paio di settimane... Buoni cucinamenti a tutti!

Ps. Qualcuno sa perché non riesco a caricare più di 5 immagini per post, anche se riduco le dimensioni a dismisura (anche 100 o 90 kb)???? Se qualcuno mi può aiutare, grazie mille!

11 commenti:

  1. buono studio allora e noi ti aspettiamo qui!!!!

    RispondiElimina
  2. mmm...come ti capisco, per lo studio...per il resto il tuo pic nic è stato un successone!Ma sai che non sapevo (e ancora non ho capito proprio benissimissimo...wiki non è stata molto esplicativa!) cosa sono i bruscandoli...però di sicuro sono buonissimi...soprattutto dentro la tua brisèè!

    RispondiElimina
  3. Pensa che, naturalizzata veneta dalla veneranda età di mesi 1, io fino al giorno del pic nic pensavo fossero asparagi selvatici..... E invece, INFIORESCENZE DEL LUPPOLO!!!!! Ahahah! Che bella la natura :)

    RispondiElimina
  4. e allora: spacca! come si diceva da noi a chi doveva fare un esame! e ai futuri pic nic!! ;O)

    RispondiElimina
  5. dai... rintanati e torna presto!!

    RispondiElimina
  6. Mamma mia che buona quella torta rustica!! Daje su.. mettiti sotto a studiare.. ti perdoniamo l'assenza.. e ti aspettiamo! Smackk e buona giornata :-D

    RispondiElimina
  7. Come ti capisco! Anche io sono bloccata dal primo esonero di economia politica... e da continui imprevisti e un'altra decina di cose.
    E poi sono stanca. Quest'anno in effetti non mi sto fermando un attimo (manco l'anno scorso, se non per pochissimo, ma questi sono particolari). In bocca al lupo per lo studio, sarò felice di rileggerti a fine mese!

    RispondiElimina
  8. buono studio! torna presto :)

    RispondiElimina
  9. boni i bruscandoli, presi l'altro giorno!:)
    buon studio e a presto!

    RispondiElimina
  10. Così bella posta! Come si può fare un post così adorabile. Mi piace il rapporto che fai tra il testo e le immagini si prega di continuare a scrivere.

    RispondiElimina

Davvero lieta di sapere cosa ne pensate!